Potenza pannello fotovoltaico: qual è l’ideale per le tue esigenze?

Dopo aver deciso che quello che serve per la nostra casa, la nostra vacanza o il nostro camper è un pannello solare, dobbiamo ragionare su quale potenza pannello fotovoltaico scegliere in base alle nostre necessità presenti e future.

Una delle cose che dobbiamo infatti considerare è che la disponibilità aumenta l’esigenza e che probabilmente installando un pannello solare ed avendo energia elettrica sempre a disposizione, aumenteranno anche il numero di dispositivi e l’uso degli stessi.

Ecco quindi che dovremo essere un po’ di “manica larga”. Ma prima di partire buttandoci nello studio di cifre ed assorbimenti, partiamo dalle basi.

pannello fotovoltaico potenza massima

Cos’è la potenza pannello fotovoltaico?

Quella che viene indicata normalmente nella descrizione di un pannello fotovoltaico è la potenza di picco dello stesso, ossia la massima potenza elettrica che il pannello può raggiungere in condizioni predeterminate, definite di riferimento.

Queste caratteristiche vengono spesso definite prova standard, ossia una condizione di laboratorio in cui si va a considerare un irraggiamento solare di 1000W/m2; temperatura di 25°C; coefficiente aria/massa di 1,5.

Condizioni ben definite, che corrispondono alla produzione energetica di un pannello solare installato in condizioni ottimali.

Questo test universale, viene utilizzato per comparare i diversi pannelli solari, secondo un criterio unico, che quantifica la potenza dei pannelli in Watt di picco (Wp) o Kilowatt di picco (Kwp).

Due unità di misura, una multiplo dell’altra che vengono usate per definire la potenza di un singolo pannello (la più piccola) e quella di un intero impianto (la più grande).

Potenza in base alla superficie

Dopo  aver capito come interpretare al meglio la descrizione che troviamo a fianco del pannello, è ora tempo di capire di quale potenza pannello fotovoltaico abbiamo bisogno in base anche allo spazio a nostra disposizione.

Per fare il calcolo potenza pannello fotovoltaico, affidiamoci ad un po’ di geometria.

Se consideriamo un pannello medio, possiamo ricavare che il rapporto dimensioni-potenza ci riporta un valore di circa 220/230 Wp/m2.

Con questo valore potremo stimare immediatamente quale potenza possiamo generare in un installazione da tetto, da balcone, per un camper o “più modestamente” per un pannello solare portatile che ci accompagnerà in un eventuale trekking o vacanza all’aria aperta.

Ovviamente la matematica teorica differisce un po’ dalla realtà, quindi a sfavore della potenza teorica troveremo vari fattori che incideranno in maniera più o meno preponderante sulla stessa:

·         Non tutto lo spazio di un tetto di casa o del camper sarà sfruttabile

·         Le condizioni reali potrebbero differire da quelle teoriche

·         L’invecchiamento dei pannelli solari (che comunque, per i primi 25 anni si può considerare come trascurabile)

·         L’orientamento verso il sole (ovviamente consigliabile il Sud)

·         Il grado di latitudine a cui siamo situati (c’è una discreta differenza tra Nord e Sud Italia)

·         L’inclinazione del pannello (30° quella media ideale)

·         La presenza di ostacoli naturali o artificiali che potrebbero influire sul numero di ore in cui i pannelli sono esposti al sole.

Molti fattori, che uniti ad una certa imprevedibilità dei consumi, portano a rendere consigliabile un maggior dimensionamento del pannello per quanto possibile.

Questo surplus energetico potrebbe poi tornare utile per essere ceduto alla rete, in un processo di scambio realizzato tramite un pannello intelligente, che va a compensare in parte l’energia richiesta alla rete stessa negli orari notturni oppure conservata in sistemi a batteria smart, portatili, che possono svolgere anche la funzione di unità di back-up.

Pannello fotovoltaico potenza massima

Il conteggio di potenza di un singolo pannello solare è un esercizio solamente teorico, in quanto la possibilità di metterne vari in parallelo porta la potenza massima ad un valore ricavato dalla potenza del singolo pannello moltiplicato per il numero degli stessi.

Ad oggi, uno dei pannelli solari portatili più potenti, quello che si può considerare una “potenza massima” è sicuramente il pannello solare portatile di EcoFlow, che raggiunge i 400 watt di potenza generata con un ingombro minimo sia quando è aperto, sia quando viene ripiegato.

Un pannello del genere da solo ha quindi la potenza necessaria per una vacanza in camper o per un pannello solare da balcone.

Se invece la nostra necessità è quella di un pannello solare trekking, possiamo rivolgerci benissimo a qualcosa di più piccolo, visto che è presumibile che il nostro consumo energetico sarà limitato.

Se invece la nostra installazione sarà del tipo fissa, da tetto, come possiamo fare?

potenza pannello fotovoltaico

Calcolo potenza pannello fotovoltaico

Il primo fattore da considerare per il calcolo potenza pannello fotovoltaico è l’irraggiamento annuo nella nostra zona, ricavabile in maniera semplice e gratuita tramite molti simulatori presenti su Internet (come quello di Enea).

Tramite questo si potrà calcolare con una semplice operazione matematica le ore sole mensile e poi quelle giornaliere, con un valore che va dalle 3,85 di media per il Nord Italia alle 4,75 per il Sud Italia.

Conoscendo questo valore potrò finalmente eseguire il calcolo della potenza teorica necessaria, tramite questa operazione:

Potenza Teorica = energia totale degli apparati / numero di ore sole medie al giorno.

Ecco che avrò immediatamente ricavato il valore teorico di potenza necessario.

Valore solo teorico, perché dovrò aumentare lo stesso di un valore che va dal 40% al 50% per compensare le varie perdite sopracitate.

In sintesi, come scegliere i tuoi prossimi pannelli solari EcoFlow?

La potenza pannello solare in un impianto fotovoltaico dipende da tre criteri fondamentali che dovrai considerare prima di procedere con l’acquisto:

1)      Lo spazio a tua disposizione. Sia per un installazione sul tetto di casa, sia per quella sul camper, sia per quella sul balcone, il primo fattore da considerare è quello dello spazio a disposizione, considerando solo quello, per le installazioni fisse, che presenta un orientamento verso sud e non è oscurato da ombre permanenti o che possono influire per gran parte della giornata.

2)      La tua esigenza. Miri a ridurre la bolletta in parte o talmente? Stai pensando di diventare indipendente dalla fornitura nazionale? Vorresti avere potenza in eccesso per usarla come fonte di back-up o quando il pannello non produce energia? Prima di calibrare le dimensioni dei pannelli e la sua potenza dovresti considerare bene questo aspetto.

3)      Il budget a disposizione. Terzo ed ultimo fattore è quello del budget a tua disposizione. Questo fattore può essere decisivo e determinante, ma agevolato e ridotto da bonus locali, regionali e nazionali. In ogni caso, si tratta comunque non solo di una spesa ma bensì di un investimento sia per il portafoglio che per l’ambiente

Questo articolo ti è stato utile?
EcoFlow
EcoFlowhttps://it.ecoflow.com/
EcoFlow è una società di soluzioni per l'energia portatile e rinnovabile. Dalla sua fondazione nel 2017, EcoFlow ha fornito energia "tranquillizzante" ai clienti in oltre 85 mercati attraverso le sue linee di centrali elettriche portatili DELTA E RIVER ed i relativi accessori ecologici.'

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui